Il nostro sistema immunitario è fondamentale, perché è il protettore del nostro organismo

Ci difende da invasori esterni e agenti patogeni come funghi, batteri, virus etc. Questi microrganismi penetrano le barriere fisiche di difesa attraverso l’aria, il cibo che ingeriamo o le ferite, solo per citare qualche esempio.


Cosa sono le barriere fisiche di difesa?

Quest'importantissima attività di protezione dalle aggressioni esterne ha luogo innanzitutto attraverso un primo livello di difesa ovvero le barriere ‘meccaniche’ e ‘chimiche’. Stiamo parlando dell'epidermide, e quindi dalla pelle, ma non solo, anche il pH acido del sudore insieme a una piccola quantità di anticorpi è un filtro. Così come il sebo prodotto dalle ghiandole sebacee, il quale assicura la funzione protettiva, aumentando l’impermeabilità della pelle. Insomma, uno scudo rinforzato contro le influenze esterne. Questa complessa rete difensiva è composta da organi, cellule e mediatori chimici. Come se il nostro corpo schierasse in campo un esercito difensivo, perfettamente funzionante a meno che non sopraggiungano complicazioni portate da patologie o altre condizioni particolari d'indebolimento.


Lo stress indebolisce le nostre difese immunitarie

Lo stress compromette l'efficienza del sistema immunitario

Come può questa complessa rete difensiva risultare indebolita? Tra i molteplici fattori di influenza, rientra certamente lo stress. Nel momento in cui il sistema immunitario si indebolisce, anche la resistenza agli agenti infettivi si riduce. Stesso discorso vale per l'immunità dagli antigeni esterni.

Un altro esempio? Lo stress influenza anche un sonno sereno. La relazione tra sistema immunitario e stress coinvolge anche l'alimentazione. Basta pensare che se non dormi a sufficienza, il corpo rielabora una parte delle proteine per combattere i potenziali patogeni.


Inoltre cervello e pancia sono direttamente collegati proprio a livello addominale

poiché i linfonodi, ovvero le sentinelle del nostro organismo, sono ampiamente distribuiti lungo la rete linfatica presente nel tratto gastrointestinale. Anche i linfonodi sono fondamentali perché intrappolano e distruggono batteri e cellule tumorali. E l'alimentazione? Perché è così importante abbinare una corretta alimentazione alla riduzione di fattori stressogeni? È semplice, lo stress causa un aumento dei radicali liberi, proprio come i pasti troppo abbondanti o poco equilibrati. I radicali liberi sono i principali responsabili dell'invecchiamento cellulare e dell'organismo.


Oltretutto Lo Stress Esaurisce Molto Prima I Seguenti Nutrienti:

  • Le vitamine del gruppo B
  • Zinco e magnesio
  • Carboidrati complessi  - (abbiamo parlato di come sia importante un'alimentazione che prevede un apporto regolare dei carboidrati qui)