Hai mai seguito una dieta dimagrante facendo più fatica del previsto per ottenere risultati? Ti è capitato di dimagrire raggiungendo la tua forma fisica ottimale, ma di recuperare poi il peso perso con facilità? Come è possibile che dimagrire sia molto più faticoso che ingrassare? Nel momento in cui diminuiamo l’apporto calorico il nostro organismo reagisce diminuendo il consumo, adattandosi a quello che percepisce come un momento di probabile carestia. Gli effetti sono di diminuzione del consumo e un rallentamento del metabolismo. Il vero problema è quando l’apporto calorico torna ad essere normale; l’adattamento per ripristinare il metabolismo non è repentino e quindi assimileremo di più. Ecco perché è così semplice il recupero in tempi anche rapidi dei chilogrammi persi. Questo effetto yo-yo non è ottimale né per lo spirito, né per l’organismo. Un importante studio ha dimostrato paradossalmente che uno dei predittori più forti dell’aumento di peso è addirittura la dieta dimagrante.  Quindi come fare? Fare al mattino una completa e sana prima colazione. Questo è il primo passo per dare input di consumo all’organismo, quindi è necessaria per chi vuol dimagrire. In realtà è una buona abitudine per tutti.Perché? Sicuramente perché con le attività che faremo nella giornata consumeremo con facilità ciò che introduciamo al mattino. Non solo. Va considerata l’azione di ormoni che vengono secreti nell’organismo seguendo dei ritmi circadiani, ossia che hanno una secrezione/azione specifica durante i diversi momenti nell’arco della giornata. Nelle prime ore del mattino abbiamo in circolo una concentrazione maggiore di ormoni proiettati verso il consumo; mentre nelle ore più tarde, pomeriggio e sera, ormoni che spingono all’accumulo. Bere di più! Vi sono ricerche che suggeriscono che è possibile accelerare il metabolismo e bruciare più grassi bevendo più acqua. “Non bere abbastanza acqua porta alla disidratazione, che può rallentare il metabolismo”. Le linee guida dicono di bere normalmente almeno 1,5- 2 litri di acqua al giorno, da aumentare in estate. In generale il consiglio è di non aspettare di avvertire il senso della sete. È già un segnale tardivo, in quanto arriva quando c’è già una iniziale disidratazione. Seguire un’alimentazione sana, con particolare attenzione alla qualità degli alimenti e mangiare lentamente. In questo modo non sarà necessaria una dieta restrittiva e al contempo si lascerà respiro alla normale regolazione ipotalamica della fame e della sazietà. Allo stesso tempo va detto che un eccesso di zuccheri, grassi, edulcoranti e contaminanti negli alimenti, così come lo stress possono portare ad uno stato infiammatorio, con effetti differenti: dall’aumento di peso a conseguenze a livello fisico e/o emotivo. Attenzione allo stress cronico la risposta di stress viene sollecitata insistentemente, e a lungo, diventa distress, disfunzionale e nocivo. Questo avviene quando si convive con piccoli o grandi stress quotidiani. Ciò mina il benessere della persona, che può manifestare stanchezza, scarsa energia, disturbi del sonno, problemi digestivi, dolori vari e ricorrenti. Si può arrivare anche a vere patologie di natura psico-emotiva, quali ansia, depressione, apatia nervosa, attacchi di panico, oppure fisica, come ipertensione, iperglicemia, ipercolesterolemia, disequilibri ormonali, problematiche di peso. Condizioni di stress, perturbando un equilibrio fisiologico, possono alterare il metabolismo e i meccanismi di fame e sazietà e stimolare la cosiddetta fame emotiva, che in questo caso porta a ricercare cibi zuccherini o grassi come vano conforto. Come fare se si vuole dimagrire ? La soluzione sta in una scelta che prenda in carico la persona e non solo il suo peso. Più che fare la dieta e basta, bisogna abbracciare un percorso su misura che prenda in considerazione bisogni, tempi, convinzioni, emozioni, motivazioni e desideri. Lo scopo del METODO KATIA SALZANO è quello di occuparsi della persona, insieme alla sua alimentazione. Tutto ciò per uno stile di vita sano e in armonia con sé, un approccio duraturo, vincente e piacevole. Una forma di dimagrimento duratura e senza stress. Un Metodo unico ed inimitabile, che si avvale di uno studio durato 20 anni che ha portato allo sviluppo di una nuova tecnologia, RESYSTEM. Trattamenti rivoluzionari che in soli 20 minuti permettono di rieducare il proprio metabolismo a consumare efficacemente più grasso di quanto si facesse in precedenza favorendo la disintossicazione del tessuto adiposo sottocutaneo, che può così finalmente essere metabolizzato.

Lascia un commento

×